LE GIOIE DI GAE – FISE VENETO

LE GIOIE DI GAE

di Umberto Martuscelli per Fiseveneto.com
2018.08.21 – Nata il 5 febbraio 2004, sorella più giovane di Mia (due anni di differenza), Gae Zamperetti – allieva di Monica Bruscagnin Argenton al Cev di Mogliano Veneto – ha ottenuto quest’anno a Cervia un bellissimo risultato durante la disputa del Campionato d’Italia pony di salto ostacoli: vittoria della medaglia d’oro nella categoria criterium emergenti children.


Cosa ha rappresentato per te questa eccellente affermazione?
«È stata una grande vittoria dopo tanto allenamento. Ero consapevole di poter fare una bella gara, però non mi aspettavo addirittura di vincere».

Tu sei allieva di Monica Bruscagnin: come vi eravate preparate a questa gara?
«Abbiamo lavorato molto, ma in modo non troppo diverso dal solito. Montando tutti giorni e impegnandomi molto nel lavoro in piano. E saltando due o tre volte alla settimana».

Tra le varie specialità dello sport equestre ti senti quindi più rivolta al salto ostacoli?
«Sì, mi è sempre piaciuto il salto ostacoli, e poi avendo mia sorella che fa dressage… beh, a me non piace, quindi per fortuna abbiamo scelto due strade diverse!».

E il rapporto tra voi, tra te e Mia?
«Molto buono, stiamo molto bene insieme e poi non abbiamo alcuna rivalità visto che facciamo due cose diverse! Ci piace molto assistere alle gare una dell’altra».

E non ti è mai venuta voglia di dedicarti anche al dressage?
«No no, per niente… ».

I vostri genitori come vivono questa vostra passione?
«A loro è sempre piaciuta l’equitazione, anche loro montavano all’inizio, poi hanno lasciato per concentrarsi su noi due… Mia mamma è sempre presente, mi aiuta tantissimo, per me è indispensabile il suo supporto».

Che obiettivi ti poni nella tua attività sportiva? Sogni, desideri, prospettive…
«Intanto con i pony mi piacerebbe molto fare il Campionato d’Europa e logicamente poi proseguendo con i cavalli riuscire a fare il meglio possibile».

Lo sport equestre ti piace anche da spettatrice? Lo segui?
«Sì sì, moltissimo. Mi piace molto vedere i grandi Gran Premi, quando posso».

C’è un cavaliere o un’amazzone che ti piacciono in particolare?
«Sì, certo, Lorenzo De Luca e Alberto Zorzi, ma in generale tutti i cavalieri italiani».

Del montare a cavallo cosa ti piace di più: la gara, il lavoro, la vita in scuderia…
«Io sono abbastanza garista, quindi mi piace molto andare in gara, ma anche trascorrere il tempo con il mio pony semplicemente stando insieme è molto bello».

Riesci a far convivere bene lo sport con la scuola?
«Sì, molto bene per fortuna: ho passato gli esami di terza media con il nove, quindi bene. Adesso ho scelto un liceo scientifico sportivo che mi aiuterà con lo sport, dunque sono molto contenta».

Potrebbero interessarti anche...